Pagine

lunedì 25 novembre 2013

TomTom Runner: la mia prova su strada

Nelle scorse settimane vi ho parlato ampiamente di due nuovi prodotti per i runners, introdotti nel mese di ottobre da un noto marchio di sistemi di navigazione satellitare (i post si trovano qui e qui).

In collaborazione con TomTom Italia ho avuto la possibilità di provare il primo prodotto di cui vi ho parlato, il TomTom Runner. Non starò qui a ripetermi e ad elencarne le caratteristiche, per queste cose vi rimando ai post dedicati, un pò lunghi ma molto completi.
Passerò quindi, direttamente ai pro e i contro che ho riscontrato durante la mia prova su strada.
PRO
Innanzitutto, è davvero leggero e sottile. Quando l'ho indossato mi è quasi sembrato di non averlo al polso.

Il display è molto chiaro e facile da leggere, anche per chi, magari, ha qualche piccolo problema di vista (ad esempio, mio marito - che ha sempre bisogno di leggere con gli occhiali - non ha riscontrato nessuna fatica a visualizzare i numeri sul display quando glieli ho fatti vedere.) 

A vederlo così mi sembrava grande, invece ho trovato le dimensioni perfette. 

Venendo al segnale GPS, caratteristica principale di questo accessorio, sono rimasta piacevolmente sorpresa. Averlo visto agganciare il segnale in casa, in pochi secondi, mi ha lasciata di stucco. Di solito, quando devo impostare qualche percorso per il navigatore della macchina, devo andare sul balcone per agganciare il segnale e caricare il traffico!

E' molto semplice da utilizzare, anche in allenamento, e si naviga facilmente nel menù. 

Trovo molto comodo il sito, nel quale si può visualizzare la mappa del percorso e il resoconto dell'allenamento.

 
 

CONTRO
Dove ci sono i pro, ci sono i contro. 

Il primo che ho riscontrato è a livello del cinturino. Malgrado il fatto che poter togliere il display dal cinturino è una comodità, l'incastro è un pò debole. 
Di fatti, quando ho finito l'allenamento al parco e ho slacciato il cinturino, mi sono ritrovata i due pezzi staccati. 
Sul cinturino, personalmente, devo dire che l'ho trovato un pò scomodo. Avendolo testato a braccio nudo, durante le ancora "estive" giornate di ottobre, mi sono ritrovata il poso completamente sudato. Cosa che con altri non mi è mai successo.

A livello di connettività, sarebbe stato molto più pratica avere la possibilità di collegarsi al pc tramite wi-fi, anche se il collegarlo tramite cavo permette la ricarica del dispositivo. 

Ma il vero contro è nel cardiofrequenzimetro. E' uno strumento che ritengo essenziale per chi corre e il fatto che non sia integrato nell'orologio o che la fascia addominale non sia inclusa nella versione standard, la trovo una grande pecca.

CONCLUSIONI
E' un prodotto ottimo, adatto sia per chi è agli inizi che per chi è più esperto. 
E' bello da vedere, ottimo anche come semplice orologio e, vista la sua facilità di utilizzo, è perfetto anche per gli allergici alla tecnologia. 
Il mio voto finale: 8/10.
Perchè i contro che ho riscontrato sono facilmente migliorabili.

Nessun commento:

Posta un commento