Pagine

mercoledì 26 febbraio 2014

Nordic walk: come ritrovare la forma con la camminata nordica

Originaria della Finlandia dove è nata 20 anni fa circa, la Nordic Walk (conosciuta anche come Nordic Walking o Camminata Nordica), è una pratica sportiva incentrata sul benessere e sulla sinergia tra psiche e fisico.
Il contatto con la natura è molto importante in questo sport e lo si può praticare davvero ovunque, purchè sia all'aria aperta: al parco, in riva al mare, in montagna, sui sentieri, nei campi, in mezzo ai boschi...
Inoltre, è adatto a tutte le età ed è particolarmente indicato per chi deve perdere - molto - peso, per chi ha subito traumi o infortuni e deve riabilitarsi, per chi non può correre, per tutti quelli che hanno problemi articolari a ginocchia o schiena.


L'attrezzatura è composta principalmente da due elementi: bastoncini e scarpe.
I primi, da non confondere con quelli da trekking, sono composti da fibra di vetro o di carbonio e hanno un lacciolo che consente l'apertura e la chiusura della mano durante la trazione e la spinta delle braccia, pur mantenendone un perfetto controllo. Il puntale è in metallo ed è dotato di un gommino che ne consente l'utilizzo su superfici rigide, come l'asfalto, pur proteggendolo.


Per quanto riguarda le scarpe, sono consigliate quelle da walking o quelle apposite, con suola strutturata (per l'aderenza, sopratutto su percorsi in montagna o sentieri) e rivestite con materiale impermeabile (Goretex).
Per i percorsi cittadini o semplicemente per iniziare, vanno benissimo anche le classiche scarpe da ginnastica.
L'abbigliamento deve essere comodo (pantaloncini e maglietta d'estate) e traspirante. Per i percorsi lunghi munirsi di borraccia e nelle giornate più soleggiate, di cappellino.

I benefici sono molteplici ma i principali sono:
- miglior efficacia rispetto alla classica camminata grazie al coinvolgimento della parte superiore;
- miglioramento della circolazione rientrando nelle attività aerobiche:
- allenamento di tutta la muscolatura del corpo.


L'allenamento inizia sempre con una fase di riscaldamento e termina con una fase di stretching, entrambi da effettuare con l'ausilio dei bastoncini.

Per quanto semplice possa sembrare, la Nordic Walk va eseguita in maniera corretta per acquisirne tutti i benefici. Per questo, il mio consiglio, per un gusto e completo approccio, è quello di acquistare un buon libro sull'argomento o di rivolgervi a qualche associazione/club/scuola della vostra zona.



Personalmente ho iniziato ad apprezzare la Nordic Walk in quest'ultimo periodo, non potendo correre per via del pancione. E' uno sport davvero completo, che vi consiglio di provare, sopratutto in vista della primavera.

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura! Guarda, sarà la "vecchiaia", ma ho iniziato anch'io ad apprezzare molto la montagna d'estate. L'anno scorso abbiamo trascorso 10 giorni in Valtellina, a camminar per sentieri, con le nostre bimbe. Quest'anni, partorendo a giungo, temo che dovremo rinunciarci! Per quanto riguarda qui, ho la fortuna di avere un grande parco, ad un paio di chilometri da casa, ricavato da una ex discarica. Ci sono salite, discese, tutto molto boschivo, con conigli, anatre nel laghetto centrale, cervi... molto molto bello. Per arrivarci, poi, c'è un bel chilometro di pista ciclabile che costeggia i campi. Non è come la montagna, ma mi accontento!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Guarda, se puoi, la Valtellina te la consiglio vivamente. Livigno poi... oramai la amo più d'estate che d'inverno!!!!
    Diciamo che il primo figlio (anzi, prima figlia) ha visto la luce 6 anni fa... questa è la terza!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina