Pagine

martedì 22 aprile 2014

Banana Girl: quando la dieta diventa estremismo

Se dovessi fermarmi ad analizzare tutte le diete e pseudo-diete più assurde che siano mai state inventate, non ne verrei a capo.
Insomma, si sa. Ogni giorno è buono per veder nascere la dieta del momento. Ed oramai non dovrei stupirmi più di niente.
Ma questa ragazze, potrebbe proprio entrare nella top 10 (o addirittura top 5) delle diete più sconvolgenti che siano mai esistite.

Prendete una ragazza trentenne, australiana, con un passato di disturbi alimentari, dall'anoressia alla bulimia.
Aggiungete un blog e tutti i vari profili instagram, facebook, twitter, flickr, youtube - e chi più ne ha più ne metta - con follower al seguito.
Cosa otteniamo?

Il risultato è lei, la "guru" del momento: Freelee, The Banana Girl.
Il suo segreto per ottenere il peso forma, per dimagrire, per avere un corpo perfetto è tutto racchiuso nella dieta "studiata" (da chi ancora non l'ho ben capito...) per lei. Una dieta senza grassi, vegana.


Il suo stile di vita alimentare è così composto: si nutre solamente con mono pasti, ovvero pasti composti da un unico elemento, che si tratti di frutta o verdura, in quantità tali da raggiungere anche le 5000 calorie giornaliere.
Ed una sua giornata tipo può prevedere, ad esempio, di mangiare fino a 50 banane.
L'importante è non mangiare nulla di cotto o caldo prima delle 16h. Dopo quest'ora, ce lo si può concedere. L'importante è che si tratti sempre di pasto monotematico. Una teglia da 3,5 kg di patate al forno può andar più che bene! 
Perchè qui non si contano le calorie, ricordatelo! 

Parlando seriamente, queste cose mi spaventano. Davvero. Perchè ognuna è libera di amarsi o odiarsi e di agire conseguentemente. Ma il fatto che tutto diventi così facilmente condivisibile e che più una cosa è assurda, più riscuote successo...mette la pelle d'oca! 
Tanto per dire, Loni Jane, sua compaesana, blogger, si è vantata, con tanto di foto su foto su instagram, di aver seguito anche in gravidanza questo stile di vita. 


Questo stile alimentare - proclamato vegano ma che col veganismo ha poco a che fare - priva il corpo di nutrienti fondamentali per la salute fisica e mentale. 
Mangiando tutte queste banane, ad esempio, si assume troppo potassio che sovraccarica reni e cuore.

Ma la ricerca della "perfezione" fisica è diventata davvero così importante? E' davvero essenziale apparire così magri a scapito della propria salute?

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura!
      guarda, sul veganismo io sono un pò così...Ho amiche vegane. rispetto la loro scelta, che non è dettata da necessità di perdita di peso o di dieta, ma che è proprio una scelta etica... Però, per quanto mi riguarda, anche questa è una forma di estremismo.
      Capisco di più il vegetarianismo. Io stessa devo dire che mangio poca carne. Mi appesantisce, non mi piace più come prima...
      Io penso che in tutte le cose, che sia l'alimentazione, l'attività fisica, ma anche tutte le altre cose, ci vuole semplicemente una bella via di mezzo.

      Dici la foto di instagram che esce sulla sidebar laterale? Se è quella, sì! Sono io con il mio enorme pancione!
      Oramai mancano le ultime settimane! E si continua il movimento, anche se oramai molto più soft!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina