Pagine

martedì 3 marzo 2015

Dalla battaglia a "Ballando con le Stelle": la storia di Noah Galloway

Nel 2005 Noah era in Iraq in qualità di Sergente di fanteria, a combattere, come molti altri soldati statunitensi.
Nel corso del suo servizio, durante l'esplosione di un ordigno improvvisato, ha perso un braccio e una gamba, entrambi dal lato sinistro.
Inutile dire che quello che è successo dopo è stato cadere in un forte vortice depressivo, che lo ha trascinato sempre più giù.
Per due anni si è rinchiuso in casa, si è lasciato andare eh ha anche iniziato a bere.

Esattamente 10 anni dopo l'attentato che lo ha portato a subire questa doppia amputazione, Noah è così.

Un uomo in forma, magro, scolpito, muscoloso.
A fargli tornare la voglia di lottare e la voglia di vivere sono stati i suoi tre figli, il voler essere un padre migliore per loro, un punto di riferimento. 

E così è iniziata la sua fase di cambiamento che lo ha portato a lavorare a livello fisico con allenamenti e alimentazione e a lavorare con altri veterani, molti feriti dopo di lui, a livello psichico.
Lui ha aiutato loro e loro hanno aiutato lui: solo chi ha vissuto certi drammi può capire e diventare un supporto per gli altri.


Dopo essere stato contattato - invano, ha sempre rifiutato - da diversi show televisivi, quale ad esempio "Survivor", ha ora accettato di partecipare a "Ballando con le Stelle USA".
E tutti già tifano per lui!

Una testimonianza straordinaria!
Quando si dice: se vuoi, puoi!!!



Nessun commento:

Posta un commento